Tag

, , , , , ,

La salamandra (o il ramarro come sarebbe più corretto chiamarlo dal punto di vista araldico) è una delle imprese più note di Federico II Gonzaga, figlio di Isabella d’Este e del marchese Francesco II Gonzaga. Questo piccolo animaletto lo si trova un po’ dappertutto a Palazzo Te, la villa estiva realizzata da Giulio Romano poco fuori dalle mura di Mantova, sull’isola del Tejeto. A volte la salamandra sbuca dai soffitti oppure scende dai camini, la si trova affrescata sulle pareti oppure sul pavimento. Non sempre è accompagnata dal cartiglio che riporta il motto in latino “Quod huuic deest me torquet” (ciò che a lei manca mi tormenta). Ebbene perché non ci divertiamo a scoprire le 5 salamandre che occhieggiano nell’appartamento di Federico II Gonzaga a Palazzo Te? Ecco dove le potete trovare.

Sala dei Cavalli – è l’ambiente più imponente di tutto il palazzo, famoso per i cavalli affrescati sulle pareti. Qui fu accolto Carlo V durante il suo soggiorno mantovano e qui guardando in alto troviamo l’impresa della salamandra che si alterna a quella del Monte Olimpo (altro simbolo caro a Federico II). L’animaletto si ripete lungo tutto il perimetro del soffitto ed è contenuto negli spazi creati dall’intrecciarsi dei fregi lignei.  La salamandra è anche circondata dal cartiglio che tuttavia non riporta il motto latino. Questa impresa è una specie di firma che accompagna il visitatore durante tutto il percorso all’interno del palazzo. Una curiosità della Sala dei Cavalli è che il pavimento che riprende il motivo decorativo del soffitto non è di epoca gonzaghesca ma viene realizzato negli anni ’50 e presenta notevolissime crepe (al contrario di quelli austriaci realizzati nel ‘700).

Camera di Amore e Psiche: soffitto – anche qui la salamandra la troviamo sul soffitto di quella che fu la sala da pranzo dell’appartamento di Federico II. L’animaletto è contenuto negli stretti spazi esagonali che stanno ai quattro angoli del quadrato centrale con il famoso scorcio di Giulio Romano e i due amanti (Amore e Psiche) che si danno la mano reggendosi in equilibrio sulle nuvole. La salamandra è circondata dal cartiglio su cui si leggono alcune delle parole del motto, il tutto posto sopra decorazioni floreali di colore dorato. Qui è molto dettagliato il particolare delle zampette del ramarro e del movimento sinuoso del corpo di questo piccolo rettile.

Camera di Amore e Psiche: affresco della parete del banchetto rustico – è forse il modo più divertente di presentare la salamandra che troviamo a Palazzo Te. La si nota in un affresco posto sopra la scena del banchetto rustico e sotto la lunetta che riporta le parole AD REPARANDAM. Si vedono alcuni putti volanti che giocano con la salamandra: uno la tiene per la coda mentre un altro la stuzzica con una torcia accesa. L’animale si gira verso la fiamma senza particolare timore. Nel Rinascimento si pensava infatti che la salamandra fosse insensibile al fuoco e da qui deriva anche uno dei significati attribuiti a questa impresa che viene definita “impresa per contrasto”. Infatti mentre questo rettile non è toccato dal fuoco, Federico II è invece bruciato dal fuoco d’amore. Non dimentichiamo inoltre il putto tiene il piccolo rettile per la coda: come sanno bene i ragazzini cresciuti in campagna se tieni una lucertola per la coda a volte questa si stacca per poi ricrescergli.

Camera dei Venti – per trovare la salamandra qui occorre guardare il camino. Proprio di fianco ad un tondo che circonda un marmo pregiato troviamo due piccoli rettili che si muovono circondati da una decorazione floreale. Si tratta di due salamandre realizzate in bassorilievi a stucco, colorate e ben sagomate, che sembrano bloccate proprio nel momento del loro movimento zigzagante. Qui troviamo inoltre anche l’impresa del monte Olimpo (così come nella sala dei Cavalli) proprio al centro del soffitto in un bassorilievo in stucco brunito per farlo sembrare di bronzo.

Camera delle Aquile – ancora una volta per trovare le salamandre dobbiamo cercare sul camino. Qui però invece di essere sulla fronte della cappa le troviamo ai due angoli mentre scivolano elegantemente con la bocca spalancata verso il basso. Le due salamandre sono sinuosamente allungate e sembrano riprese mentre all’erta osservano degli insetti pronte a scattare nella loro cattura. Il cartiglio con il motto lo ritroviamo realizzato a stucco proprio sopra il camino. Il nastro si attorciglia attorno al fregio punteggiato dalle piccole aquile e se ne possono scorgere alcune delle parole che fanno intuire il motto dell’impresa.

(Salamandre si trovano anche nella camera delle imprese, nella camera dei Cesari e su alcuni dei pavimenti all’interno dell’appartamento segreto o della Grotta).

Giacomo Cecchin

SUL TEMA DELLE 5 COSE POTETE ANCHE LEGGERE SU QUESTO BLOG:

  1. 5 luoghi “finanziari” da riscoprire a Mantova tra Ghetto, Rotonda e credito (la city della Manhattan padana)
  2. 5 balconi angolari in una Mantova da osservare con gli occhi all’insù
  3. 5 porte che chiudevano Palazzo ducale tra Lanzichenecchi, Teatri e Giardini
  4. 5 gatti o particolari felini a Mantova tra egizi, quadri e palazzi
  5. 5 cani da osservare nella Camera degli Sposi
  6. 5 facciate da osservare a Mantova tra cani, diamanti e candelabri
  7. 5 autobus da prendere a Mantova tra profili, contrasti e storie da non perdere
  8. 5 storie di musica e musicisti legate a Mantova per ascoltare, sognare e scoprire
  9. 5 luoghi di Palazzo Ducale per ascendere al Paradiso
  10. 5 chiese mantovane dedicate a Maria tra santuari, coccodrilli e miracoli vari
  11. 5 modi di riscoprire Mantova al Louvre tra Mantegna, Giulio Romano e Caravaggio
  12. 5 nomi di vie o piazze legate al lavoro tra gioielli, pescivendoli e lattonai
  13. 5 luoghi a Mantova dove raccontare storie d’amore, non sempre a lieto fine
  14. 5 libri da leggere dopo essere stati a Mantova tra guide artistiche, rosse e definitive
  15. 5 immagini di San Longino tra cavalieri, basiliche e cappelle private
  16. 5 esempi di indigestione urbana tra chiese, palazzi e vicoli
  17. 5 libri da leggere prima di venire a Mantova tra mondo piccolo, matrimoni e segreti di stato
  18. 5 balconi da cui osservare Mantova tra grate, giardini e mercati
  19. 5 papi a Mantova tra Sangue di Cristo, crociate e san Luigi Gonzaga
  20. 5 stranezze da non perdere a Palazzo ducale tra nani, arazzi e giardini pensili
  21. 5 palazzi con panchine incorporate tra vescovi, alberghi e marchesi
  22. 5 storie d’amore a San Valentino tra Gonzaga, Shakespeare e Rigoletto
  23. 5 case mantovane tra mercanti, architetti e pittori per non parlar di santi ed eretici
  24. 5 domande da non fare ad una guida mantovana tra Gonzaga, reliquie e geografia
  25. 5 palazzi con i merli ciechi tra Luca Fancelli, podestà e massari
  26. 5 poeti passati per Mantova tra cavalieri, crociate e fiabe
  27. 5 musei particolari tra monete, armature e giardini segreti
  28. 5 cinema ancora attivi a Mantova tra multisale, cinema d’essai e gallerie scomparse
  29. 5 fumetti dove si cita Mantova tra Topolino, Shakespeare e la Pimpa
  30. 5 spettri da cercare in giro per la città tra esecuzioni, duelli e frecce avvelenate
  31. 5 cose da fare a Mantova in una notte nebbiosa tra fantasmi, pozzi e conventi scomparsi
  32. 5 campanili medievali tra conventi, condominii e lievi pendenze
  33. 5 particolari da non perdere nella Camera degli Sposi tra mele, scritte e un indice isolato
  34. 5 carceri storiche a Mantova tra Gonzaga, Austriaci e conventi
  35. 5 piccoli sagrati tra Spoon river, gesuiti e Napoleone
  36. 5 luoghi “naneschi” a Palazzo ducale tra scale sante, camera degli sposi e cavalieri
  37. 5 luoghi di spettacolo dove si faceva cinema e che non ci sono più
  38. 5 santi da festeggiare a Mantova tra porcellini, mantelli e martirii
  39. 5 reliquie della passione tra sangue, spugna e pietra dell’unzione
  40. 5 donne gonzaghesche da ricordare tra esecuzioni, testamenti mancati e matrimoni non riusciti
  41. 5 luoghi dove si fa cinema, musica o teatro nella capitale dello spettacolo
  42. 5 fontane mantovane da assaporare tra piazze, giardini e nasi
  43. 5 opere d’arte rubate da Napoleone tra Mantegna, Giulio Romano, Veronese e Rubens
  44. 5 porti della città vecchia tra ponti, catene e torri
  45. 5 luoghi del libro vissuto tra bancarelle, libracci e biblioteche
  46. 5 capitelli da osservare tra Gonzaga, Bonacolsi, Visconti e damnatio memoriae
  47. Altri 5 film mantovani tra Shakespeare, Verdi e nudi integrali
  48. 5 film girati a Mantova tra portaborse, condottieri e una storia personale
  49. 5 tappe per un pellegrinaggio alle Grazie tra domenicani, francescani e miracoli lacustri
  50. 5 luoghi napoleonici a Mantova tra santi, fortezze e appartamenti imperi
  51. nella notte di San Lorenzo 5 zodiaci mantovani da non perdere
  52. 5 altre biblioteche mantovane tra musica, enciclopedie e opere d’arte
  53. 5 luoghi incantati tra libri, lettere e documenti
  54. Altri 5 passaggi segreti urbani tra sacri vasi, lavandaie e Charles Dickens
  55. 5 Gonzaga da non dimenticare tra colpi di stato, cardinali e prove di virilità
  56. 5 animali gonzagheschi a Palazzo Te tra stemmi, imprese e camini
  57. 5 particolari lascivi da cercare a Palazzo Te tra selfie, cigni e lato B
  58. 5 ulteriori passaggi segreti urbani tra mura, ferrovie e giardini
  59. 5 coccodrilli tra santuari, Gonzaga e musei naturalistici
  60. 5 labirinti in cui perdersi tra Gonzaga, canneti e siepi
  61. 5 statue erranti tra santi, poeti, eroi e martiri di Belfiore
  62. 5 madonne miracolose tra maggio, terremoti e assedi
  63. 5 momenti storici in cui sarebbe stato meglio non essere a Mantova
  64. 5 soste per fare una pausa nel corso della giornata
  65. 5 luoghi visitati da Shakespeare a Mantova durante il viaggio in Italia
  66. 5 luoghi frequentati da Romeo nel suo esilio mantovano
  67. 5 torri tra sale, zucchero e gabbie
  68. 5 momenti storici dove sarebbe stato bello essere a Mantova
  69. 5 escursioni fuori porta
  70. 5 laghi a Mantova
  71. 5 statue di Virgilio
  72. 5 modi per arrivare alla riva del Rio
  73. 5 cappelle o chiese in Palazzo ducale
  74. 5 piazze create dal caso
  75. 5 ponti sul Rio
  76. 5 cavalcavia da osservare
  77. 5 salite mozzafiato
  78. 5 scorciatoie da scoprire
  79. 5 piazze da incorniciare
  80. 5 posti del cuore

Salva

Annunci