Ci sono particolari di Mantova che segnaliamo in questa rubrica non per una valenza storica o turistica ma anche solo per invitarvi a passeggiare con gli occhi all’insù. E’ il caso di questa cinquina che evidenzia i balconi angolari, ovvero quelli che consentono una visione delle due vie su cui affaccia l’angolo di un palazzo. Ebbene anche a Mantova ce ne sono alcuni, a partire da quelli tipicamente medievali come il più famoso (che è quello di Palazzo Castiglioni) fino ad arrivare a quelli più moderni e smussati come quello che si trova all’inizio di via Roma. Senza dimenticarne uno “quasi angolare” e molto particolare che trovate sul fianco della chiesa di San Martino, verso via Corridoni. Eccovi allora 5 balconi angolari da osservare in una delle prossime passeggiate in città.

Palazzo Castiglioni – è il più osservato e ambito. Il balcone angolare di Palazzo Castiglioni si trova all’angolo con vicolo Bonacolsi. E’ un balconcino molto elegante, di regola sempre coronato di fiori, e che consente una delle viste più belle di piazza Sordello,  del Palazzo ducale e del Duomo. Senza dimenticare che se si gira l’angolo, appunto, si vede anche vicolo Bonacolsi con il cavalcavia che collega i due palazzi e soprattutto la casa torre medievale dei Castiglioni, oggi sede anche della Voce di Mantova. Un balconcino con la mensola in marmo sorretta da supporti in pietra decorati e con una balaustra in ferro battuto incorniciata da rampicanti. I fortunati utilizzatori sono i componenti dell’Orchestra da Camera di Mantova. Il punto migliore da cui assistere ai concerti sulla piazza.

Palazzo Arrivabene – un altro bellissimo palazzo del quattrocento mantovano con una torre angolare che ancora mette in soggezione. Si tratta della dimora che apparteneva alla famiglia Arrivabene e che presenta un altro dei nostri balconi angolari proprio sull’angolo tra Via Arrivabene e via Fratelli Bandiera. Un balconcino che ricorda molto quello di Palazzo Castiglioni. Lo spazio è circondato da una balaustra in ferro battuto, bombata alla base e che aumenta la sensazione di leggerezza dell’insieme. All’angolo del balconcino un portabandiera, elemento tipico dei balconi e delle facciate mantovane, poco utilizzato negli ultimi tempi anche nelle feste comandate.

Palazzo Magnaguti – Un altro bel palazzo che fronteggia via Giulio Romano e che apparteneva almeno dal XVIII secolo alla nobile famiglia dei Magnaguti. Molto interessanti sono gli affreschi dei primi del ‘900 dove in quello che fu lo studio del Conte Alessandro si rappresenta non solo una veduta di Mantova ma si cita anche la lettera di Niccolò Machiavelli dall’esilio (qui ne potete leggere il testo). A noi oggi interessa tuttavia il balcone angolare che trovate all’angolo con via Isabella d’Este. E’ finora il più grande tra quelli che abbiamo citato e il meno alto. Le mensole che sorreggono il piano sono squadrate mentre la balaustra in ferro battuto è molto elegante, decorata da ghirigori floreali e con tre piccole pigne e a marcare i tre angoli del balcone. Una curiosità: al di sotto del balcone si trova la colonnina angolare con dedica ai Magnaguti.

Palazzo Aliprandi – arriviamo ora al balconcino di Palazzo Aliprandi che trovate all’angolo tra corso Vittorio Emanuele II e via Corrado. Qui i passanti sono molto più colpiti dalla lesena angolare con capitello corinzio attribuita a Luca Fancelli. Eppure il balconcino angolare ha un suo fascino particolare perché, posto su una delle vie più trafficate della città, consente di osservare il corso e la facciata del Teatro Sociale ma anche la piccola via Corrado, elegante e signorile. Forse presenta la balaustra più normale ed una asimmetria che porta a privilegiare in lunghezza la vista su Corso Vittorio Emanuele. Non perdetevi tuttavia i particolari della lesena: per chi osserva con attenzione c’è addirittura l’uccellino che porta il cibo ai suoi pulcini che lo aspettano nel nido.

Palazzo di via Roma – Siamo all’incrocio tra via Roma e via Corridoni. E’ il più moderno tra i palazzi che abbiamo descritto in questa cinquina e il balcone più che angolare è semicircolare, perché accompagna la facciata arcuata di questo edificio. Forse costruito durante le demolizioni che interessarono la bonifica della zona del Rio oggi ospita un negozio al piano terra e questo balcone al primo piano. E’ il poggiolo più lungo ma anche il meno elegante tra quelli che ospitiamo in questa cinquina. Eppure anche lui ha un suo fascino perché consente di avere una vista che spazia da via Roma e dalla cupola di S.Andrea a quella di piazza Martiri per arrivare poi a via Corridoni, uno dei percorsi più caratteristici del centro città, con andamento curvilineo e in leggera pendenza.

Da ultimo citiamo il balcone che forse non possiamo definire angolare ma che è sicuramente particolare che troviamo sul fianco della facciata della Chiesa di San Martino dalla parte di via Corridoni. E’ un balconcino, piccolo e lieve, che non sembra avere funzione alcuna se non di ingentilire questo spazio e offrire un punto di vista inusuale.

Giacomo Cecchin

SUL TEMA DELLE 5 COSE POTETE ANCHE LEGGERE SU QUESTO BLOG:

  1. 5 porte che chiudevano Palazzo ducale tra Lanzichenecchi, Teatri e Giardini
  2. 5 gatti o particolari felini a Mantova tra egizi, quadri e palazzi
  3. 5 cani da osservare nella Camera degli Sposi
  4. 5 facciate da osservare a Mantova tra cani, diamanti e candelabri
  5. 5 autobus da prendere a Mantova tra profili, contrasti e storie da non perdere
  6. 5 storie di musica e musicisti legate a Mantova per ascoltare, sognare e scoprire
  7. 5 luoghi di Palazzo Ducale per ascendere al Paradiso
  8. 5 chiese mantovane dedicate a Maria tra santuari, coccodrilli e miracoli vari
  9. 5 modi di riscoprire Mantova al Louvre tra Mantegna, Giulio Romano e Caravaggio
  10. 5 nomi di vie o piazze legate al lavoro tra gioielli, pescivendoli e lattonai
  11. 5 luoghi a Mantova dove raccontare storie d’amore, non sempre a lieto fine
  12. 5 libri da leggere dopo essere stati a Mantova tra guide artistiche, rosse e definitive
  13. 5 immagini di San Longino tra cavalieri, basiliche e cappelle private
  14. 5 esempi di indigestione urbana tra chiese, palazzi e vicoli
  15. 5 libri da leggere prima di venire a Mantova tra mondo piccolo, matrimoni e segreti di stato
  16. 5 balconi da cui osservare Mantova tra grate, giardini e mercati
  17. 5 papi a Mantova tra Sangue di Cristo, crociate e san Luigi Gonzaga
  18. 5 stranezze da non perdere a Palazzo ducale tra nani, arazzi e giardini pensili
  19. 5 palazzi con panchine incorporate tra vescovi, alberghi e marchesi
  20. 5 storie d’amore a San Valentino tra Gonzaga, Shakespeare e Rigoletto
  21. 5 case mantovane tra mercanti, architetti e pittori per non parlar di santi ed eretici
  22. 5 domande da non fare ad una guida mantovana tra Gonzaga, reliquie e geografia
  23. 5 palazzi con i merli ciechi tra Luca Fancelli, podestà e massari
  24. 5 poeti passati per Mantova tra cavalieri, crociate e fiabe
  25. 5 musei particolari tra monete, armature e giardini segreti
  26. 5 cinema ancora attivi a Mantova tra multisale, cinema d’essai e gallerie scomparse
  27. 5 fumetti dove si cita Mantova tra Topolino, Shakespeare e la Pimpa
  28. 5 spettri da cercare in giro per la città tra esecuzioni, duelli e frecce avvelenate
  29. 5 cose da fare a Mantova in una notte nebbiosa tra fantasmi, pozzi e conventi scomparsi
  30. 5 campanili medievali tra conventi, condominii e lievi pendenze
  31. 5 particolari da non perdere nella Camera degli Sposi tra mele, scritte e un indice isolato
  32. 5 carceri storiche a Mantova tra Gonzaga, Austriaci e conventi
  33. 5 piccoli sagrati tra Spoon river, gesuiti e Napoleone
  34. 5 luoghi “naneschi” a Palazzo ducale tra scale sante, camera degli sposi e cavalieri
  35. 5 luoghi di spettacolo dove si faceva cinema e che non ci sono più
  36. 5 santi da festeggiare a Mantova tra porcellini, mantelli e martirii
  37. 5 reliquie della passione tra sangue, spugna e pietra dell’unzione
  38. 5 donne gonzaghesche da ricordare tra esecuzioni, testamenti mancati e matrimoni non riusciti
  39. 5 luoghi dove si fa cinema, musica o teatro nella capitale dello spettacolo
  40. 5 fontane mantovane da assaporare tra piazze, giardini e nasi
  41. 5 opere d’arte rubate da Napoleone tra Mantegna, Giulio Romano, Veronese e Rubens
  42. 5 porti della città vecchia tra ponti, catene e torri
  43. 5 luoghi del libro vissuto tra bancarelle, libracci e biblioteche
  44. 5 capitelli da osservare tra Gonzaga, Bonacolsi, Visconti e damnatio memoriae
  45. Altri 5 film mantovani tra Shakespeare, Verdi e nudi integrali
  46. 5 film girati a Mantova tra portaborse, condottieri e una storia personale
  47. 5 tappe per un pellegrinaggio alle Grazie tra domenicani, francescani e miracoli lacustri
  48. 5 luoghi napoleonici a Mantova tra santi, fortezze e appartamenti imperi
  49. nella notte di San Lorenzo 5 zodiaci mantovani da non perdere
  50. 5 altre biblioteche mantovane tra musica, enciclopedie e opere d’arte
  51. 5 luoghi incantati tra libri, lettere e documenti
  52. Altri 5 passaggi segreti urbani tra sacri vasi, lavandaie e Charles Dickens
  53. 5 Gonzaga da non dimenticare tra colpi di stato, cardinali e prove di virilità
  54. 5 animali gonzagheschi a Palazzo Te tra stemmi, imprese e camini
  55. 5 particolari lascivi da cercare a Palazzo Te tra selfie, cigni e lato B
  56. 5 ulteriori passaggi segreti urbani tra mura, ferrovie e giardini
  57. 5 coccodrilli tra santuari, Gonzaga e musei naturalistici
  58. 5 labirinti in cui perdersi tra Gonzaga, canneti e siepi
  59. 5 statue erranti tra santi, poeti, eroi e martiri di Belfiore
  60. 5 madonne miracolose tra maggio, terremoti e assedi
  61. 5 momenti storici in cui sarebbe stato meglio non essere a Mantova
  62. 5 soste per fare una pausa nel corso della giornata
  63. 5 luoghi visitati da Shakespeare a Mantova durante il viaggio in Italia
  64. 5 luoghi frequentati da Romeo nel suo esilio mantovano
  65. 5 torri tra sale, zucchero e gabbie
  66. 5 momenti storici dove sarebbe stato bello essere a Mantova
  67. 5 escursioni fuori porta
  68. 5 laghi a Mantova
  69. 5 statue di Virgilio
  70. 5 modi per arrivare alla riva del Rio
  71. 5 cappelle o chiese in Palazzo ducale
  72. 5 piazze create dal caso
  73. 5 ponti sul Rio
  74. 5 cavalcavia da osservare
  75. 5 salite mozzafiato
  76. 5 scorciatoie da scoprire
  77. 5 piazze da incorniciare
  78. 5 posti del cuore

Salva

Annunci